STANDARD DI RAZZA

ORIGINE: Stati Uniti d’America

UTILIZZAZIONE : Cane da pastore da fattoria e poderi

BREVE CENNO STORICO: anche sull’origine del Pastore Australiano vi sono molte teorie, la razza che noi conosciamo oggi si è sviluppata esclusivamente negli Stati Uniti. Gli fu dato questo nome per associazione col cane da pastore di origine basca, che arrivò negli Stati Uniti nel 19° secolo e proveniva dall’Australia. La popolarità del Pastore Australiano aumentò notevolmente dopo la seconda guerra mondiale, con la grande notorietà raggiunta dall’equitazione alla "Western", che la gente venne a conoscere attraverso rodeos, concorsi ippici, film e spettacoli televisivi. Per la sua indole versatile e facile da educare, questo cane venne impiegato nelle fattorie e nei vasti possedimenti americani. Gli allevatori di bestiame perseverarono nello sviluppo della razza, mantenendone la versatilità, l’acuta intelligenza, il forte istinto da pastore, e l’aspetto attraente che avevano ammirato fin dall’inizio.
Sebbene ogni soggetto sia unico per quel che riguarda il colore e le pezzature, tutti i Pastori Australiani mostrano una insuperabile devozione alla loro famiglia. Le molte qualità hanno garantito a questa razza una continua popolarità.


ASPETTO GENERALE: Il Pastore Australiano è ben proporzionato, leggermente più lungo che alto, di media costruzione e ossatura, con mantello dai colori che offrono varietà e individualità. E’ attento e vivace, flessuoso e agile, solido e muscoloso senza goffaggine. Ha un pelo di moderata lunghezza e ruvidità. Ha la coda tagliata o naturalmente corta.

PROPORZIONI IMPORTANTI: misurato dalla punta dello sterno al dietro della coscia, e dalla punta del garrese al suolo, il Pastore Australiano è leggermente più lungo che alto. È costruito solidamente con ossatura moderata. La struttura, nel maschio, denota mascolinità senza grossolanità. Le femmine dimostrano femminilità senza avere un’ossatura esile.

COMPORTAMENTO – CARATTERE: Il Pastore Australiano è un cane da lavoro intelligente, dal forte istinto da pastore e da guardiano. E’ un compagno leale e di energia sufficiente per resistere al lavoro tutto il giorno. Dotato di un temperamento sempre uguale, ha buon carattere, e raramente è rissoso. Può talvolta essere riservato in un primo approccio.

TESTA: è nettamente delineata, forte e asciutta. Nelle sue dimensioni deve essere proporzionata al corpo.

REGIONE DEL CRANIO: la sommità, da piatta a leggermente arcuata. Può presentare una leggera protuberanza occipitale. Lunghezza e larghezza sono uguali . Stop moderato, ben definito.

REGIONE DEL MUSO: Tartufo Blue-[removed]merle e neri hanno pigmento nero sul tartufo (e labbra). Red-[removed]merle e rossi
hanno pigmento color fegato (marrone) sempre sul tartufo (e labbra). Sui merle è permesso avere macchioline rosa; tuttavia, queste ultime non dovrebbero superare il 25% del naso nei cani che abbiano più di un anno. (difetto grave).  Muso uguale in lunghezza o leggermente più corto del cranio. Viste di lato le linee superiori del cranio e il muso sono parallele, divise da uno stop moderato, ben definito. Il muso si assottiglia poco dalla base al tartufo, ed è arrotondato all’estremità.  Mascelle/Denti dentatura regolare e completa con denti forti e bianchi. Chiusura a forbice, o a tenaglia.  Occhi marroni, blu, ambra o qualsiasi variante o combinazione dei menzionati colori, incluso punteggiature e marmorizzazioni. A forma di mandorla, non sono sporgenti né infossati. I Blue-[removed]merle e i neri hanno pigmento nero sulle rime palpebrali. I Red-[removed]merle e rossi hanno rime palpebrali con pigmento color
fegato (marrone).  Espressione che mostra attenzione e intelligenza, prontezza e zelo. Lo sguardo dovrebbe essere acuto ma amichevole.  Orecchi triangolari, di misura e spessore moderati, inseriti alti sul capo. In piena attenzione si rialzano leggermente e si piegano in avanti, o di lato, a rosa.

COLLO: forte, di lunghezza moderata, leggermente arcuato nella linea superiore, ben inserito nelle spalle.

CORPO: Linea superiore dorso diritto e forte, linea superiore orizzontale e ferma dal garrese alla punta delle natiche.  Groppa moderatamente discendente . Torace non ampio, ma disceso, con il punto più basso che arriva ai gomiti. Costole ben cerchiate e lunghe, non a botte né piatte . Linea inferiore moderatamente rilevata.

CODA: diritta, naturalmente lunga o naturalmente corta. Se tagliata, (nei Paesi dove questa pratica non è proibita) o naturalmente corta, non deve superare 10 cm. di lunghezza.



ARTI :

  • ANTERIORI: la loro ossatura è forte, piuttosto ovale che rotonda . Spalle scapole lunghe, piatte, piuttosto vicine al garrese e ben oblique.  Braccio dovrebbe essere lungo quasi come la scapola, e forma con la scapola un angolo quasi retto. Avambraccio scende diritto, perpendicolare al terreno. Metacarpi di media lunghezza e molto leggermente obliqui. Gli speroni dell’anteriore possono essere rimossi. Piedi ovali, compatti con dita serrate e ben arcuate. Cuscinetti spessi e elastici.

  • POSTERIORI: Aspetto generale: La larghezza del posteriore è uguale a quella dell’anteriore misurata a livello delle spalle.  L’angolo quasi retto coxo-[removed]femorale è equivalente all’angolo scapolo-[removed]omerale.  Ginocchio nettamente definito. Garretto moderatamente angolato. Metatarsi corti, perpendicolari al terreno e paralleli fra di loro se visti da dietro. Niente speroni. Piedi ovali, compatti, con dita ben serrate e ben arcuate, cuscinetti spessi ed elastici.


ANDATURA: il Pastore Australiano ha un’andatura calma, sciolta e facile. Mostra grande agilità di movimento con un passo ben bilanciato, che ricopre molto terreno. Anteriori e posteriori muovono diritti e paralleli all’asse mediano del corpo. A maggiore velocità, i piedi (anteriori e posteriori) convergono verso la linea centrale di gravità del cane mentre il dorso rimane fermo e orizzontale. Il Pastore Australiano deve essere agile e capace di cambiare improvvisamente direzione o passo.

MANTELLO:

  • PELO di media tessitura, da diritto a ondulato, resistente alle intemperie e di media lunghezza.  Il sottopelo varia in quantità a seconda del clima.  Il pelo è corto e liscio sulla testa, orecchi, parte anteriore degli arti e sotto i garretti. Posteriore degli anteriori e culottes sono moderatamente frangiati.  C’è una moderata criniera e pettorina, più pronunciate nei maschi che nelle femmine.

  • COLORE blue-[removed]merle, nero, red-[removed]merle, rosso; tutti con o senza macchie bianche e/o focature, senza ordine di preferenza. Il collare bianco non va oltre il garrese.  Il bianco è ammesso sul collo (collare intero o parziale), petto, arti, parti inferiori del muso, lista sulla testa e può estendersi, a partire dalla regione inferiore, su fino a 10 cm, misurando da una linea orizzontale che passa dal gomito. Il bianco sulla testa non deve predominare, e gli occhi devono essere completamente circondati da colore e pigmento. Come è loro caratteristica, i merle diventano più scuri con l’età.

TAGLIA :L’Altezza preferita per i maschi: 51 – 58 cm. Le femmine 46 – 53 cm.  La qualità non deve essere sacrificata alla taglia.

DIFETTI: qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità e agli effetti sulla salute e il benessere del cane.

DIFETTI GRAVI: Orecchi eretti e mantelli non tipici. Cane aggressivo o pauroso. Prognatismo. Enognatismo con più di 0,3 cm.(1/8 di pollice) .  La perdita di contatto causata da incisivi centrali corti, in una dentatura peraltro corretta, non sarà considerata come prognatismo. Denti rotti o persi per accidente non verranno penalizzati. Macchie bianche sul corpo, il che significa bianco sul corpo tra il garrese e la coda, sui lati fra i gomiti e il dietro del treno posteriore, per tutti i colori.
I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.

 FATTORIABLUSTAR, VIA BALLA 4 CAMPODORO (Padova) Cell 349 3302514  email: contatti.fattoria@libero.it